Camere

Tre sono le dimore di cui ci si può innamorare, così come delle storie di chi ha segnato il loro nome, personaggi dall’affascinante passato il cui sentore è in tutto ciò che ci si trova intorno: mobili, specchiere, sedie e suggestivi letti usciti da una storia che fa rivivere il mistero sognante ad occhi aperti.
A completare la favola il paesaggio, che si presenta alla vista di chi si affaccia dalle finestre, elegante espressione di una campagna in cui la natura è il risultato di una armoniosa combinazione tra colori ed emozioni. Ogni dimora è fornita di tutti i confort, ma ammirare e vivere così tanta bellezza, capace di trasportare in un’altra dimensione, non lascia tempo per quelle che sono le abitudini dell’odierno quotidiano “troppo terreno”.

“Cosimo I dei Medici”

Cosimo I dei Medici
All’interno, inserito in una nicchia, spicca la splendida testata del letto dedicato ai Medici, impreziosita da un’antica corona dorata. Il salottino con il suo scrittoio ed il bagno, dove si trovano uno splendido lavandino di marmo e uno specchio dell’800, fanno respirare un’atmosfera d’altri tempi.

“Leopoldo Gran Duca di Toscana”

Leopoldo Gran Duca di Toscana
Un arco piano di pietra alberese del Chianti fa da difesa all’antico letto a baldacchino. Ogni finestra di questa camera è un emozionante quadro: dalle vigne del Castello di Ama ai tetti del borgo. Nel salotto una cassapanca ed una scacchiera fanno da cornice ad un armadio ad angolo finemente decorati a mano. Nel bagno il lavandino in pietra e lo specchio dorato sono esaltati dai raggi di sole che entrano dal lucernario. La possibilità di sedersi all’interno della doccia ricorda il vecchio modo di lavarsi.

“Violante di Baviera”

Violante di BavieraL’autentico letto dell’800 di proprietà della famiglia senese dei Piccolomini, con il caratteristico “nodo d’amore” considerato un porta fortuna per le coppie che vi dormivano, è incorniciato dal muro a pietra con le fessure tipiche delle torri. Il bagno è caratterizzato da uno splendido lavandino in pietra scolpito a forma di conchiglia che è una vera e propria opera d’arte.